23 Agosto 2017
immagine di testa


percorso: Home

Steampunk

Una breve introduzione
Nonostante possa apparire un genere recente, anche in virtù del boom commerciale degli ultimi anni, l’universo steampunk trova le suo origini in opere precorritrici assai più antiche, attingendo dalle più importanti opere della letteratura fantastica, riconducibili alla nascita della scienza moderna.
In tal senso, vengono alla mente opere come il Somniun, scritto da Keplero nel 1609, a proposito della teoria astronomica dell’eliocentrismo, oppure “La Nuova Atlantide” di Francis Bacon, risalente alla prima metà del XVII secolo, o ancora le opere scritte in pieno illuminismo, come “L´An 2440, rêve s´il en fut jamais” di Louis_Sébastien Mercier e “Le philosophe sans prétention” di Louis Guillaume de La Follie, sul cui frontespizio è riportato un immaginario veicolo volante, alimentato da una sorta di ingranaggi meccanici, per finire (si fa per dire) con “Looking Backward, 2000 - 1887” scritto da Edward Bellamy nel XIX secolo. Questi ultimi, tutti ascrivibili a quella corrente denominata “la letteratura dell’utopia”.
Tra le principali fonti di ispirazione per il movimento steampunk, inoltre, troviamo sicuramente le opere di Jules Verne e di Herbert George Wells, rispettivamente autori di classici della fantascienza moderna.
Per il primo sono sicuramente da citare Viaggio al centro della terra, Ventimila leghe sotto i mari, Il giro del mondo in 80 giorni, per H.G. Wells, invece, si ricordano soprattutto La macchina del tempo, La guerra dei mondi, L’uomo invisibile e L’isola del Dottor Moreau.

Il contesto socio-culturale
Per comprendere al meglio la complessità del mondo steampunk, però, è fondamentale analizzare gli aspetti socioculturali che ne costituiscono la fonte primaria e soprattutto il contesto in cui questi si sono sviluppati.
La letteratura fantascientifica trova i suoi albori in un periodo di grandi mutamenti sociali sia dal punto di vista politico ed economica, ma anche in termini ciò che fosse eticamente accettabile o meno, a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo.
Come insito nella natura umana, ciò a inevitabilmente alimentato nuove paure individuali e collettive proiettando ombre inquietanti sul destino di una società avviata al progresso, pensando alla rivoluzione industriale della seconda metà del ‘700 con la nascita della macchina a vapore o a quella che comunemente viene indicata come seconda rivoluzione industriale, legata all’invenzione dell’elettricità e dei prodotti chimici, verso il tardo ‘800.
Generalmente la paura è quel fattore destabilizzante del vivere quotidiano che investe stati esistenziali che, incorporando i modelli rappresentativi dell’immaginario sociale, si trovano a misurarsi con momenti cruciali o situazioni-limite nelle fasi emergenti della vita personale di ciascun individuo.
L’immaginario sociale, viene considerato, invece, l’elemento all’origine delle società umane nel quale viene codificato, tramite segni e ordini di rappresentazione, il vasto patrimonio di esperienze individuali, derivato dalla comunicatività e del linguaggio collettivo.
In un contesto così in rapida evoluzione come quello in cui si presentava l’Europa del XIX secolo, la paura e l’immaginario sociale sono divenuti fattori chiave nella letteratura fantascientifica di epoca vittoriana, fino ad essere incorporati nel gothic romance, creando una sorta di trait d’union con i canoni peculiari dello steampunk.
Alcuni riferimenti cinematografici
LE VOYAGE DANS LA LUNE, è un film realizzato a Parigi, nel 1902, da Georges Méliès.
Il film, privo di didascalie e girato con una telecamera fissa, utilizzando la tecnica dei "quadri" (vale a dire singole inquadrature fisse dove si svolge una scena) è stato fonte di ispirazione anche in ambito musicale: sia gli Smashing Pumpkins, sia i Queen di Freddy Mercury hanno reso omaggio al regista, attraverso i rispettivi video di Tonight, Tonight e Heaven For Everyone.

Smashing Pumpkins - tonight. tonight

Queen - heaven for everyone

VOYAGE À TRAVERS L´IMPOSSIBLE è un altro film realizzato da Georges Méliès nel 1904 ed anche in questo caso il film è privo di didascalie ed è stato articolato in "quadri", utilizzando inquadrature fisse dove si svolge una singola scena.

Inoltre, per il video di Heaven for Everyone dei Queen, sono stati utilizzati spezzoni anche di questo film.
Tratti della letteratura steampunk
Generalmente catalogato come filone narrativo ambientato nel XIX secolo, in cui viene messa in risalto una serie di anacronismi, legati soprattutto alle tecnologie, legate soprattutto all´impiego di energia elettrica ed elementi meccanici.
Alcuni elementi caratteristici dello steampunk sono:
• l’ucronia, vale a dire una rivisitazione del corso degli eventi, differente da come si sono sviluppati nella realtà, tramite la quale viene descritto il mondo anacronistico delle opere;
• il contesto sociale improntato sul modello dell’utopia o alla sua contrapposizione, cioè la distopia, forma di società, i cui modelli rappresentativi, di carattere politico, sociale o tecnologico sono percepiti dalla popolazione come estremamente negativi.
L’opera forse più significativa, in tal senso, è La macchina della realtà, romando scritto William Gibson e Bruce Sterling, in cui l’ucronia rappresentata dalla figura della macchina analitica che anticipa di quasi un secolo la rivoluzione informatica, si fonde con il concetto di distopia, di una società dove gli uomini saranno governati e succubi di un’intelligenza artificiale.
Elemento, quest’ultimo, assai utilizzato anche nell’universo cyberpunk.
Lo steampunk in epoca contemporanea
Negli ultimi anni, il filone steampunk ha avuto un notevole riscontro di pubblico sia in ambito cinematografico, sia nel modo degli anime e dei manga, dove in Italia si sono distinte soprattutto le serie di I cieli di Esclaflowne, Fullmetal Alchemist, Steamboy etc…
A tal proposito è d’obbligo menzionare Hayao Miyazaki, regista, sceneggiatore, fumettista, produttore cinematografico, tra i maggiori e più celebri esponenti dell’animazione giapponese, assai critico verso la globalizzazione e l’impatto che essa ha sulla società, nelle sue opere tratta di sovente argomenti di denuncia contro l’uomo moderno, tra cui, soprattutto, l’ambientalismo (con particolare attenzione alle tematiche dell’ecologia) e il pacifismo (si pensi come Il castello errante di Howl rende esplicita la visone negativa della guerra).
Autore di opere ormai leggendarie come Conan il ragazzo del futuro, Nausicaä della valle del vento, nel 1985, fonda un proprio studio cinematografico di animazione, lo Studio Ghibli, dove nel corso degli anni é stata realizzata una serie di lungometraggi, alcuni dei quali sono diventati dei veri e propri cult-movie per questo genere, come Porco Rosso, Principessa Mononoke, La città incantata, Il castello errante di Howl, Si alza il vento.
Il contesto italiano
Ormai da qualche anno, anche in Italia, l’interesse per lo steampunk sta crescendo sempre più, sia per quanto riguarda gli ambiti più tradizionali dell’universo fantasy come le fiere di settore, dove un sempre maggior numero di appassionati si raduna, dando vita e vere e proprie sfilate a tema, sia in ambiti nuovi per questo genere, come quello musicale, nonostante lo steampunk nasca originariamente da un filone della narrativa fantascientifica.
In Italia stanno sorgendo vere e proprie associazioni culturali, finalizzate alla condivisione della passione per questo genere, che ne caratterizza i vari membri.
Tra le più importanti si distingue STEAMPUNK ITALIA – La Fabbrica del Vapore Italiano come parte attiva di moltissimi eventi, party e raduni a tema.

Qui di seguito l’intervista realizzata da ALCHEMY-SOUND a STEAMPUNK ITALIA, in occasione del ROMICS che si è tenuto dal 6 al 9 aprile 2017: ALCHEMY-SOUND meets STEAMPUNK ITALIA

Aut. Web Radio & Royalties

Licenza SIAE n. 4933/I/4606
Licenza SCF Consorzio Fonografici n. 101/16

Now playing...

Prossimi Eventi in Programma


Realizzazione siti web www.sitoper.it